Anello Orobie

Anello Orobie

Le Alpi Orobiche

Le Alpi Bergamask, in italiano “Alpi Orobie“, appartengono alle Alpi meridionali e si estendono per circa 80 chilometri tra il Lago di Como a ovest e il Lago d’Iseo a est. Sono note per la loro grande biodiversità di flora e fauna e la loro ricchezza di acqua, il cui potere erosivo ha dato origine anche alle valli allungate nel “profilo a V”.

Le Alpi Orobie si estendono a forma di ventaglio a nord del capoluogo di provincia Bergamo e deve alla sezione bergamasca del Club Alpino Italiano CAI una fitta rete di rifugi e sentieri alpini. I sentieri e le salite sono spesso ripidi ed esposti, in parte a supporto di assicurazione tramite fune. Buone condizioni, assoluta sicurezza, libertà dalle vertigini e capacità di arrampicata su facili terreni rocciosi sono i requisiti che dovrebbero possedere i visitatori.

Ciò vale anche per il sentiero a lunga distanza in due parti “Sentiero delle Orobie” o “Anello delle Orobie”, che è stato istituito negli anni ’50 e ’70. La sua variante più familiare, centro-orientale si snoda attraverso le più importanti valli e montagne delle Alpi bergamasche in otto tappe: da Ardesio nella media Val Serale (Valcanale), attraverso l’alta Brembana, l’alta Val Seriana e la Valle di Scalve e sopra le Dolomiti la Presolana torna al punto di partenza.

 

L’anello delle Orobie ti porterà attraverso la regione in otto giorni. Foto: Joachim Chwaszcza

 


 

L’anello delle Orobie – andata e ritorno in otto tappe

Le fasi:

  1. Ardesio (550 m, Val Seriana) – Valcanale – Rifugio Alpe Corte (1415 m), 850 Hm in su, 85 Hm in discesa, circa 4 ore
  2. Rifugio Alpe Corte (1415 m) – Passo i Laghi Gemelli (2139 m) – Rifugio Laghi Gemelli (1968 m), 730 Hm in salita, 170 Hm in discesa, circa 3 ore
  3. Rifugio Laghi Gemelli (1968 m) – Rifugio Fratelli Calvi (2015 m), 395 Hm in salita, 280 Hm in discesa, circa 4 ore
  4. Rifugio Fratelli Calvi (2015 m) – Passo di Valsecca (2494 m) – Rifugio Baroni al Brunone (2297 m), 900 m di salita, 450 m di discesa, circa 5 ore.
  5. Rifugio Baroni al Brunone (2297 m) – Ol Simal (2714 m) – Rifugio Merelli al Coca (1892 m), 500 Hm in salita, 825 Hm in discesa, circa 5 ore e mezza
  6. Rifugio Merelli al Coca (1892 m) – Passo del Corno (2220 m) – Lago Inferiore del Barbellino (1798 m) – Rifugio Antonio Curò (1895 m), 465 Hm in salita, 495 Hm in discesa, circa 3 ore e mezza
  7. Rifugio Antonio Curò (1895 m) – Passo della Miniera (1952 m) – Passo della Manina (1799 m) – Passo Fontanamora (2208 m) – Passo Scagnello (2076 m) – Rifugio Luigi Albani (1939 m), 1040 m sul livello del mare , Discesa 590 Hm, circa 7 ore
  8. Rifugio Luigi Albani (1939m) – Passo Scagnello (2076m) – Colle Palazzo – Ardesio (550m), 350m in salita, 1450m in discesa, circa 5h30.
    Durante la tappa regolare 8 a nord del massiccio della Presolana L’ovest conduce una variante nelle falesie calcaree di Presolana che ricordano le Dolomiti (2521 m), attraverso la via ferrata “Passo della Porta” fino al Monte Visolo (2369 m) e il Passo di Pozzera (2126 m) al Rifugio Olmo (1819 m ), quindi per tornare allo stadio normale; Tuttavia, l’esperienza di arrampicata e l’attrezzatura corrispondente (set da ferrata, casco) sono necessari per questa variante.

 

L’Ostello al Curò, unità autosufficiente / centro seminari del Rifugio Curò, è stato ampiamente e finemente restaurato. Foto: Joachim Chwaszcza

 


 

Alloggio (tutti i cottage CAI Bergamo)

 

Sotto geoportale.caibergamo.it e rifugi.lombardia.it non v’è più circa le cabine.

 

Mappe, letteratura, informazioni

Bussole Mappe 104 Alpi Orobie, Bergamasche, 105 Lecco Valle Brembana, 1: 50.000; 13 fogli di Ingenia Cartoguide coprono la regione montuosa della provincia di Bergamo in scala 1: 25.000.

Lucio Benedetti / Chiara Carissoni: L’anello delle Orobie – Il nuovo sentiero centro-orientale / Nuova pista ad anello nelle Alpi bergamasche, Lyasis Edizioni, Bergamo 2015 (italiano / inglese)

Molte informazioni utili sono disponibili su caibergamo.it ; il portale del CAI Bergamo geoportale.caibergamo.it registra i sentieri e le cabine ed è adatto per il tour (anche in inglese).

 

La maggior parte sono i modi più ripidi e spesso assicurati con funi metalliche. Foto: Joachim Chwaszcza

 


Passaporto Anello Orobie

News: Passaporto Sentiero ad anello delle Orobie Orientali

“Un passaporto per documentare il viaggio emozionante tra le bellezze naturalistiche del Sentiero ad anello delle Orobie Orientali che parte e arriva ad Ardesio: la nuova iniziativa promossa da Vivi Ardesio, CAI Sezione di Bergamo, CAI Alta Valle Seriana, Visit Bergamo, Provincia di Bergamo e PromoSerio partirà il prossimo anno (2019) ma i passaporti sono già pronti e potranno essere richiesti presso l’Ufficio del Turismo di Vivi Ardesio a partire dalla stagione primaverile”

 

 

Richiedi il tuo passaporto gratuito ora!

 


 

Dati tecnici del percorso

Località di partenza e di arrivo: Valcanale (Ardesio, BG )
Punti di appoggio Rifugi: Alpe Corte, Laghi Gemelli, Calvi, Brunone, Merelli Coca, Curò, Albani

Sentiero tipo,n°,segnavia: 220 – 311
Difficoltà: EEA [scala difficoltà]
Esposizione prevalente: Tutte
Quota partenza (m): 550
Quota vetta/quota massima (m): 2295
Dislivello salita totale (m): 9000
Copertura rete mobile 3: 0% di copertura

 

 

Chiamato anche l’Anello delle Orobie, questo incantevole cammino attraversa da un capo all’altro la provincia bergamasca e collega tutti i rifugi CAI del versante meridionale delle Orobie, e vede la cittadina di Ardesio come punto di partenza e di arrivo dell’intero percorso.

Sono centinaia e centinaia ogni estate gli alpinisti, escursionisti e turisti che percorrono “L’Anello delle Orobie” tra le forti manifestazioni della natura che si incontrano lungo un percorso montano di oltre 80 chilometri.

Il “Sentiero” è un affascinante percorso a tappe in quota, media 2.100-2.200 metri, con punte fino a 2.700 metri, che attraversa paesaggi vari e suggestivi sotto tutti i punti di vista, abbelliti da montagne di rara imponenza.

Il tratto occidentale inizia dalla val Stabina mentre il settore Centro-Orientale parte dall’ambiente calcareo della Valcanale, per congiungersi nella zona dell’alta valle Brembana, percorrere quella di alta montagna della valle Seriana (il circo dei giganti delle Orobie tra pizzo Redorta e pizzo Coca), attraversare la valle di Scalve, per concludersi nello spettacolare ambiente dolomitico della conca della Presolana, luogo privilegiato dal movimento degli arrampicatori, non solo bergamaschi.

 


 

Per ulteriori informazioni

Percorsi Montani da Ardesio e Valcanale
– Visita il sito ufficiale dell’ Anello delle Orobie
– Per una guida interattiva del Sentiero delle Orobie visita il sito www.valseriana.eu
– Per la mappa dettagliata visita il Geoportale del CAI di Bergamo.
– Iniziativa di Investimenti Orobie Ring